A partire dal 3 gennaio 2018, i LEI sono obbligatori per tutte le società che vogliono continuare a negoziare titoli.

Quando hai bisogno di un LEI?

I Legal Entity Identifiers (LEI) sono obbligatori per tutte le società che operano sui mercati finanziari in Italia o all’ interno dell’Unione Europea. Queste modifiche sono state introdotte il 3 gennaio 2018 con l’entrata in vigore della Direttiva relativa ai Mercati degli Strumenti Finanziari.

Le modifiche introdotte non riguardano le persone fisiche, ma interessano soggetti giuridici quali fondi di investimento, società finanziarie, fondi pensione, associazioni di beneficenza, istituti accademici, società di persone e associazioni di fatto. I LEI sono stati creati per identificare l’entità giuridica che opera transazioni finanziarie, non lo strumento finanziario, quindi la procedura per richiedere un LEI vale per tutte le persone giuridiche, a prescindere dallo strumento che andranno a negoziare.

I LEI non dovranno essere richiesti per persone fisiche o per le divisioni aziendali. Qualora un’unità operativa di una azienda necessiti di un LEI, dovrà utilizzare il LEI ottenuto dalla società madre. Le filiali separate di un’entità giuridica potranno ottenere un codice LEI distinto solo se risiedono in paesi diversi. Le succursali all’interno dello stesso paese potranno avere un solo LEI; perciò occorre prestare particolare attenzione alla scelta della filiale che acquisirà il LEI. Inoltre, la validità del LEI della filiale è legato a quella della società madre. Pertanto, non sarà ritenuto valido qualora il LEI della società madre sia stato invalidato (per esempio, a causa del mancato rinnovo). Ovviamente una filiale non potrà richiedere un LEI, se la società madre non ne è in possesso.

Le singole giurisdizioni decideranno se le entità giuridiche operanti al loro interno devono essere in possesso di un LEI. Un elenco dettagliato delle giurisdizioni che definiscono la loro posizione circa i LEI è disponibile su questo sito: https://www.gleif.org/en/about-lei/regulatory-use-of-the-lei. Come si potrà notare, i LEI sono ora richiesti dalle Banche Centrali di Argentina, Messico, Russia e India, così come per alcune transazioni in paesi quali Canada, UE, Russia, Singapore, Stati Uniti, Regno Unito, Italia, Svizzera, Sud Africa e Malesia.

Altre giurisdizioni, come l’Australia, possono richiedere che venga fornito un Legal Entity Identifier, ma per il momento non è ancora obbligatorio.

Con Italia LEI ci vogliono solo pochi minuti per richiedere un LEI.

Top